Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘rete’

Una volta c’erano la Fiat, la Falck e la Montedison. Una volta in Italia c’era la cosiddetta industria pesante, quella che occupava milioni di persone e aveva fabbriche (inquinanti) disseminate su tutto il territorio nazionale.

La Falck e la Montedison non ci sono più, o meglio hanno cambiato pelle, e la Fiat ormai è una multinazionale con il cervello negli Stati Uniti, che non vede l’ora di andarsene dall’Italia.

Il tessuto produttivo italiano è sempre stato costituto da piccole e medie imprese, la grande industria è stata un’eccezione.

Un’eccezione necessaria perchè solo la grande industria è in grado di garantire occupazione stabile nel lungo termine e solo la grande industria è in grado di fare ricerca. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il passaggio dall’analogico al digitale, da un mondo fatto di oggetti fisici ad un mondo fatto di bit e realtà virtuali, ha sconvolto e sconvolgerà sempre di più le nostre vite e le nostre abitudini.

Agli albori della tecnologia digitale, i simboli che potevano economicamente essere digitalizzati e codificati erano quelli più immediati: lettere e numeri. Per molti, lunghi anni le macchine hanno tradotto in zero e uno, immagazzinato ed elaborato quasi esclusivamente testi e cifre, fatto conti, confrontato e riordinato liste di parole.

Non si pensi,però, che questa sia stata una fase limitata o riduttiva. È stata la fase dello sviluppo dell’informatica applicata alla ricerca scientifica, alla contabilità, alla gestione aziendale, ai grandi archivi anagrafici di ministeri e amministrazioni locali.

(altro…)

Read Full Post »

Chi di noi almeno una volta nella vita non è rimasto sorpreso nel constatare come internet abbia abbattutto i prezzi di prodotti e servizi? Chi di noi almeno una volta non si è chiesto come sia possibile che aziende che vivono esclusivamente nel mondo virtuale (Google su tutte) riescano a fatturare più di imprese con duecento anni di storia e 20.000 dipendenti?

Queste due domande che sembrano quasi banali sono in realtà le vere chiavi di interpretazione della rivoluzione, o dell’evoluzione, che la rete ha portato nella nostra vita, nel lavoro, nel nostro modo di comunicare e relazionarci.

Il grande merito delle rete è quello di aver abbattutto i cosiddetti costi di transazione, e cioè tutti i costi necessari per trasferire un bene o un servizio da un soggetto ad un altro. Attenzione, i costi di transazione non sono i prezzi dei singoli prodotti o servizi, ma i costi per portarli sul mercato, distribuirli e gestirli dal punto di vista amministrativo, commerciale, etc. Parliamo quindi, delle informazioni da produrre, dei contatti da gestire, delle risorse umane da coinvolgere e così via …

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: