Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Editoria e Media’ Category

Sarà on-line il 15 gennaio 2012 Outsider News, la nuova testata indipendente a cui partecipano in qualità di Partners più di 100 professionisti.

Outsider News è un ibrido, metà blog e metà testata di approfondimento, con un modello di business lontano dai classici schemi dell’editoria digitale.

Infatti, i giornali fatti dai soli giornalisti sono molto professionali, ma sono ridondanti nei contenuti e vendono poche copie. I blog sono molto interessanti, ma non hanno professionalità, le fonti non sono verificate e non hanno un modello di business per stare sul mercato.

Outsider News è l’ibrido che mancava: l’elasticità e i contenuti dei blogger uniti alla professionalita dei giornalisti (19 capo-redattori) che verificano ogni singolo articolo e ne autorizzano la pubblicazione.

Di seguito l‘elenco dei Professionisti che pubblicheranno articoli nei vari canali tematici di Outsider News: (altro…)

Annunci

Read Full Post »

E’ sulla rampa di lancio Outsider News, la nuova testata indipendente di cui sarò editore.

E’ un progetto ambizioso che ha richiesto una lunga gestazione per costruire un modello editoriale lontano dagli schemi classici.

Outsider News sarà, infatti, una testata on-line ad assetto variabile con una redazione composta da 20 giornalisti professionisti (capo redattori) che coordineranno 70/80 partner  (publicisti, blogger, giornalisti praticanti) ai quali sarà affidato il compito di scrivere articoli e approfondimenti in 20 categorie (cronaca, economia, sport, scienza, costume e società, marketing, spettacolo …).

Il sistema Outsider News prevede che i pubblicisti/blogger inseriscano un articolo in forma di bozza sulla piattaforma on-line. I capo redattori visionano l’articolo, ne verificano le fonti e, in caso positivo, ne autorizzano la pubblicazione. (altro…)

Read Full Post »

A volte il destino cinico e baro si diverte a punirci con le stesse armi con cui abbiamo combattuto. E’ la legge del contrappasso, che questa volta ha colpito il magnate Rupert Murdoch, il re dei media.

Sesso, scandali e profitti sono il pane quotidiano del suo impero di carta e di televisioni, il frullatore mediatico che gli ha regalato tanta fama. E tanti grattacapi: ma a lui è sempre piaciuto stare nell’ occhio del ciclone. Dove c’ è sangue che scorre, dove c’ è il profumo della battaglia, dove c’ è da azzannare qualche boccone prelibato, lo «squalo» muove all’ attacco. È da mezzo secolo che è così.

Un burattinaio di prima classe. Feroce, astuto, conservatore quando gli serve essere conservatore, laburista quando gli serve essere laburista, col fiuto del business costruito sulle disgrazie altrui.

(altro…)

Read Full Post »

Trema il Palazzo del Potere, e a buona ragione: Luigi Bisignani, uno degli uomini più potenti d’Italia, è ai domiciliari nell’ambito della cosiddetta inchiesta P4: ricatti, corruzione e concussione con la collusione dei servizi segreti e del parlamentare PDL Alfonso Papa.

Si comporta come un ministro o un sottosegretario, un capogruppo parlamentare, un leader di partito. Invece non è niente di tutto questo, né riveste alcun incarico. Ma dà tanti e tali ordini, consigli e indicazioni di voto che per i pubblici ministeri di Napoli è al centro di un’associazione segreta «diretta a interferire sulle funzioni di organi costituzionali, amministrazioni pubbliche, enti pubblici» e altro ancora. Come? Gestendo informazioni e conoscenze.

Luigi Bisignani è un uomo-network, un uomo “che collega“, come lo ha efficacemente definito il direttore de Il Fatto Quotidiano.

«Qualunque cosa ti faccia comodo sul serio, la vera forza di Bisignani si chiama Ior». A svelare forse il segreto più importante dell’uomo dei misteri fu il banchiere-faccendiere Pier Francesco Pacini Battaglia in una telefonata intercettata con Emo Danesi nel pieno della bufera di Tangentopoli. Due uomini piuttosto addentro ai segreti della Prima Repubblica. Erano gli anni novanta e Luigi Bisignani, già allora, era un nome che contava nella Roma dei Palazzi e del potere. Un nome costruito all’ombra della Dc.

Ma chi è veramente Luigi Bisignani? 

(altro…)

Read Full Post »

Quando mi sono avvicinato per la prima volta al mondo dell’informazione c’erano solo i giornali, i TG, i radiogiornali e qualche settimanale di approfondimento. Per sapere le ultime novità sulla Guerra del Golfo guardavi il Tg1 delle venti, la CNN o aspettavi il giorno dopo per sfogliare le prime pagine del Corriere della Sera. Era tutto più semplice.

Adesso ci sono mille testate, cinquecento canali satellitari e soprattutto c’è internet. Se c’è un settore che la rete ha rivoluzionato alle fondamenta, è sicuramente quello dell’informazione. Nulla è più come prima.

Prima i blog, poi il social network hanno scardinato il sistema dell’informazione così come lo abbiamo conosciuto negli ultimi sessanta anni.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: